L’OLIO DELLA PREGHIERA

  • 08/05/2021
  • Don Gabriele

L’OLIO DELLA PREGHIERA

Cari fedeli, riposto un brano della catechesi tenuta da papa Francesco il 14 aprile 2021 sulla preghiera. Leggiamola con attenzione.

Nel Vangelo di Luca, Gesù pone una domanda drammatica che sempre ci fa riflettere: «Il Figlio dell’uomo, quando verrà, troverà la fede sulla terra?» (Lc 18,8), o troverà soltanto organizzazioni, come un gruppo di “imprenditori della fede”, tutti organizzati bene, che fanno della beneficenza, tante cose…, o troverà fede? «Il Figlio dell’uomo, quando verrà, troverà la fede sulla terra?». Questa domanda sta alla fine di una parabola che mostra la necessità di pregare con perseveranza, senza stancarsi (cfr vv. 1-8). Dunque, possiamo concludere che la lampada della fede sarà sempre accesa sulla terra finché ci sarà l’olio della preghiera. La lampada della vera fede della Chiesa sarà sempre accesa sulla terra finché ci sarà l’olio della preghiera. È quello che porta avanti la fede e porta avanti la nostra povera vita, debole, peccatrice, ma la preghiera la porta avanti con sicurezza. È una domanda che noi cristiani dobbiamo farci: prego? Preghiamo? Come prego? Come dei pappagalli o prego con il cuore? Come prego? Prego sicuro che sono nella Chiesa e prego con la Chiesa, o prego un po’ secondo le mie idee e faccio che le mie idee diventino preghiera? Questa è una preghiera pagana, non cristiana. Ripeto: possiamo concludere che la lampada della fede sarà sempre accesa sulla terra finché ci sarà l’olio della preghiera. E questo è un compito essenziale della Chiesa: pregare ed educare a pregare. Trasmettere di generazione in generazione la lampada della fede con l’olio della preghiera. La lampada della fede che illumina, che sistema le cose davvero come sono, ma che può andare avanti solo con l’olio della preghiera. Altrimenti si spegne. Senza la luce di questa lampada, non potremmo vedere la strada per evangelizzare, anzi, non potremmo vedere la strada per credere bene; non potremmo vedere i volti dei fratelli da avvicinare e da servire; non potremmo illuminare la stanza dove incontrarci in comunità… Senza la fede, tutto crolla; e senza la preghiera, la fede si spegne. Fede e preghiera, insieme. Non c’è un’altra via. Per questo la Chiesa, che è casa e scuola di comunione, è casa e scuola di fede e di preghiera.

Ultime News

19/06/2021

DOMENICA 20 GIUGNO: PRESENTAZIONE IN TUTTE LE PARROCCHIE DELLA DIOCESI DEL SINODO DIOCESANO

12/06/2021

RINVIGORITA DALL’INCONTRO COL SUO SIGNORE, LA PARROCCHIA CONTINUA LA SUA VOCAZIONE AD ESSERE LA “FONTANA DEL VILLAGGIO”

29/05/2021

LA LENTA APOSTASIA DI CASTIGLIONE E LA COMUNITA’ CRISTIANA CHE IN ESSA VIVE

22/05/2021

LA LENTA APOSTASIA DI CASTIGLIONE 1 - Continua