Comunicato del Consiglio Pastorale Parrocchiale

  • 20/02/2021
  • Don Gabriele

Comunicato del Consiglio Pastorale Parrocchiale

Mercoledì 10 febbraio c.a., il Consiglio Pastorale Parrocchiale si è riunito alle ore 20.30, presso l'oratorio, unitamente al Consiglio Pastorale Parrocchiale di Terranova. Il Parroco ha introdotto la seduta, ricordando che ci si ritrova ad un anno circa dell’inizio della pandemia, dopo aver subito lutti e sofferenze; esserci trovati a vivere una vita diversa dal solito nelle ristrettezze delle libertà e nella paura; aver visto l’impegno di molti e la fatica di tutti. “Più recentemente – ha continuato don Gabriele – abbiamo assistito alla difficoltosa gestione della campagna vaccinale e, ancor più recentemente, siamo stati attoniti spettatori di una politica avviluppata su se stessa, autoreferenziale e per certi versi indegna del nostro Paese. Anche questo dato – ha fatto presente il Parroco – ci lascia dubbiosi circa la possibilità che l’esperienza vissuta abbia contribuito a far progredire davvero il senso del bene comune. Speriamo nel futuro. In ogni caso, tutto ciò reclama a gran voce l’impegno delle giovani generazioni per la cosa pubblica. E spero che i nostri giovani si facciano carico anche a livello locale di un nuovo modo – che poi è antico – di servire il bene di tutti”. Successivamente ha offerto una panoramica sulla vita della Chiesa universale, diocesana e parrocchiale. Circa la prima ha menzionato l'anno di San Giuseppe, indetto dal Papa l'8 dicembre 2020, che durerà fino all'8 dicembre 2021, e l'anno della famiglia Amoris laetitia, che prenderà avvio il 19 marzo c.a.. Ha fatto poi riferimento ad alcuni passaggi del discorso tenuto dal Santo Padre al Corpo diplomatico accreditato presso la Santa Sede, in particolare laddove il Papa ha parlato di " catastrofe educativa" e dell'importanza della tutela della libertà religiosa anche in tempo di pandemia. Per quanto attiene alla dimensione diocesana, il Parroco ha ricordato le tappe di avvicinamento alla celebrazione del XIV Sinodo della Chiesa di Lodi, che vede in questi giorni la conclusione della fase di "consultazione" della diocesi, richiamando la sintesi vicariale, frutto del lavoro dei Consigli Pastorali delle parrocchie del vicariato (e quindi anche delle nostre due), di cui i consiglieri hanno potuto prendere visione nel testo allegato all'ordine del giorno della seduta dei due Consigli congiunti. Relativamente alla vita della parrocchia, il Parroco ha passato in rassegna i vari ambiti (liturgia, catechesi, carità) i quali, benché abbiano subito uno scossone a causa delle conseguenze della pandemia, hanno saputo reagire, sfruttando le occasioni proposte e assicurando una buona tenuta. Don Gabriele ha fatto menzione dell'articolo apparso su questo Notiziario dal titolo "Il setaccio" per ricordare come l'emergenza sanitaria abbia lasciato emergere le fragilità con cui un certo numero di persone viveva la fede e il rapporto con la comunità. Di seguito sono state presentate le iniziative per sottolineare l'anniversario dell'inizio della pandemia, la celebrazione della quaresima e i tentativi di sinergia tra le due parrocchie. Il Parroco ha poi informato circa l'accoglienza da parte del comune della richiesta di istituire un "tavolo" tra parrocchia, comune e scuola sulla condizione dei preadolescenti e degli adolescenti che si presenta molto preoccupante, allo scopo di fornire anche alle famiglie degli indirizzi e degli strumenti per far fronte all'emergenza. Ha riferito pure di un significativo studio dell'Università Cattolica del Sacro Cuore dal titolo: “Le relazioni sociali al tempo dei personal media nella realtà ecclesiale italiana”, che ha preso a campione la nostra parrocchia. Si è passati quindi ad una comunicazione da parte della Caritas e del Centro di Ascolto circa l'attività svolta in questo anno e in merito all'iniziativa "Tetto solidale", che va concretizzandosi. Don Manuel poi ha riferito sulla vita dell'oratorio e sulle iniziative messe in atto in questo anno, adottando i protocolli di sicurezza, nonché alle prospettive future, estate compresa. Il Parroco ha poi informato che le trattative con un Istituto Religioso sono in via di perfezionamento e che pertanto si spera di poter avere stabilmente tre suore in parrocchia dopo l'estate a servizio della pastorale. Ne è seguita una discussione serena e costruttiva con indicazioni di carattere operativo che saranno tradotte in atto nei mesi a venire.

Ultime News

19/06/2021

DOMENICA 20 GIUGNO: PRESENTAZIONE IN TUTTE LE PARROCCHIE DELLA DIOCESI DEL SINODO DIOCESANO

12/06/2021

RINVIGORITA DALL’INCONTRO COL SUO SIGNORE, LA PARROCCHIA CONTINUA LA SUA VOCAZIONE AD ESSERE LA “FONTANA DEL VILLAGGIO”

29/05/2021

LA LENTA APOSTASIA DI CASTIGLIONE E LA COMUNITA’ CRISTIANA CHE IN ESSA VIVE

22/05/2021

LA LENTA APOSTASIA DI CASTIGLIONE 1 - Continua